Lituania: cigni selvatici e reali

In Lituania anche i cigni, così come i cormorani, preferiscono una zona ben precisa, quella della laguna Kurlandese.
Sono presenti su entrambe le sponde della laguna, sia sul lato della penisola, sia sul lato del delta del Nemunas.
In particolare la zona del delta offre diverse occasioni di incontro.
Un gruppo nutrito di cigni reali nuota sulle coste nei pressi di Ventè dove si trova una grossa stazione di inanellamento con immense reti per l'intercettazione dei migratori, anche quelli di grandi dimensioni.
La punta di Venté sospesa tra le acque del Nemunas e quelle della laguna è un posto interessante, probabilmente interessantissimo durante la fase della migrazione vista la struttura che è stata realizzata ma in giugno è soprattutto meta di turisti locali e il disturbo antropico riduce ovviamente la presenza di volatili.


Indisturbati solo i balestrucci che in quantità notevoli (almeno una trentina di nidi contando entrambe le ali del tetto) hanno colonizzato i sottotetti del centro visite.
I bacini artificiali creati sull'isola di Rusné nei pressi dell'agglomerato di case chiamato Uostadvaris sono, in questa stagione, più interessanti. Si raggiungono dopo un breve tratto sterrato. Purtroppo nei pressi è difficile trovare posteggio ma vi sconsiglio di fare il pezzo di sterrato in macchina, arrivati in cima attirerete sicuramente l'attenzione del custode che parla SOLO lituano per cui dovrete far capire a gesti le vostre buone intenzioni.
Qui ho avvistato in volo anche i cigni selvatici, di stazza simile a quella del cigno reale sono riconoscibili in volo per il loro becco giallo a punta nera. Questi bacini sono l'unico posto dove ho incrociato i cigni selvatici.
Sull'altro lato della laguna, invece, sulla penisola Kurlandese, il numero di cigni reali è minore, rispetto alle coste di Venté, ma la loro presenza è comunque uniforme. Qui, all'altezza dell'abitato di Pervalka, anche un adulto con tre pulcini. (nella foto si vede solo il più vicino alla mamma).






Post popolari in questo blog

Cormorano in difficoltà

Escursione zona Ruioch

CRETA - Cnosso