Lituania: acquatici

Ci sono essenzialmente tre animali di grossa taglia particolarmente interessanti per noi in Lituani: la cicogna, la gru e l'aquila di mare.
Per la cicogna c'è un post dedicato, per la gru c'è poco da dire: in giugno non c'è. Non se n'è vista una, probabilmente si ferma durante la migrazione in caso di cattivo tempo e poi prosegue portandosi in altri luoghi.
Per l'aquila di mare invece... behhh, esserci c'è, non c'è dubbio, l'ho vista più vole nei cieli del delta del Nemunas e anche nei boschi nei pressi di Klaipéda. Purtroppo vola alta, una macchia scura contro il cielo... non è molto fotogenica!


Per il resto ci sono altri uccelli d'acqua o comunque legati alle zone umide come il falco pescatore, la pavoncella (entrambi visti nei pressi di Minija, uno dei posti più assurdi della Litania: un gruppo di case lungo un canale ma senza ponti che l'attraversano cosicché, per passare da una sponda all'altra, o si usa una barca a remi, oppure bisogna farsi mezz'ora di macchina su strade sterrate e polverose) e l'airone cenerino.


Quest'ultimo sembra essere tenuto in buona considerazione visto che a lui vengono dedicate ricostruzioni "da giardino" in diversi colori, probabilmente più apprezzate di quelle di cicogna sia per l'attraente ciuffo del cenerino, sia per la diffusione nettamente minore dello stesso rispetto all'altro trampoliere.
A Trakai, tra le sponde di un'isoletta sul lago, non molto lontano dal castello ma sufficientemente nascosto da essere visibile ed accesibile solamente mediante una barca, due femmine di smergo maggiore si godono l'ombra in compagnia della prole.





Post popolari in questo blog

Cormorano in difficoltà

Escursione zona Ruioch

CRETA - Cnosso