Post

Lituania, il viaggio

Immagine
Attenzione: post lungo, armatevi di occhiali (se ne avete bisogno) e di pazienza.
Con la Ryanair si arriva a Vilnius la sera, ma c'è ancora luce (se non piove!) La struttura aereoportuale sembra moderna, assimilabile a quella di una piccola città di provincia italiana, poi, recuperati i bagagli, ci si accorge che la struttura è appoggiata ad un edificio antico che fa sembrare l'aereoporto una vecchia stazione dei treni. Presa la macchina la prima destinazione è Trakai. All'alba del giorno dopo il posto si rivela tranquillo, semplice. Passeggiamo e facciamo colazione nel bar della piazza della chiesa... pessima idea, la colazione più cara di tutta la Lituania!
Dopo un lungo giro perimetrale fatto tutto attorno alla penisola arriviamo di fronte al castello.

Lituania: le cicogne

Immagine
Partire per la Lituania significa sperare di incontrare almeno un paio degli animali tipici della zona e l'animale simbolo per eccellenza è senza dubbio la cicogna.
In un giro di due settimane speri di avere la fortuna di vederne almeno un paio, poi ti fermi a pensare e ti immagini che, come succede da noi se cerchi un airone bianco o un cenerino, se non sei del posto potresti anche girare a vuoto per un mese... e l'inizio non è promettente, in linea con le aspettative: sia a Trakai che a Kaunas non c'è traccia di cicogne. Ma lo spostamento successivo è verso Siluté, porta naturale del parco del delta del Nemunas. L'autostrada scorre facile, il traffico è praticamente inesistente, chilometri di quadrati di verde indisturbato con l'orizzonte disturbato solamente dall'immancabile linea elettrica. Lasciata l'autostrada le strade si fanno più strette, a volte sterrate, si incontra qualche paese e qualche casa dispersa ed ecco, sul palo della luce, in cima allo…

Lituania: cannareccione

Immagine
Da noi l'ho cercato tanto, essendo segnalato all'Inghiaie, al Pudro e al canneto di Caldonazzo, ma non ho mai avuto occasione di vederlo... però, a forza di cercarlo, ho imparato a riconoscerne il canto e quando l'ho sentito a Trakai, tra le canne di fianco al ponticciolo che porta all'ingresso del castello, riconoscendolo subito mi son messo a cercarlo.

Lituania: cigni selvatici e reali

Immagine
In Lituania anche i cigni, così come i cormorani, preferiscono una zona ben precisa, quella della laguna Kurlandese. Sono presenti su entrambe le sponde della laguna, sia sul lato della penisola, sia sul lato del delta del Nemunas. In particolare la zona del delta offre diverse occasioni di incontro. Un gruppo nutrito di cigni reali nuota sulle coste nei pressi di Ventè dove si trova una grossa stazione di inanellamento con immense reti per l'intercettazione dei migratori, anche quelli di grandi dimensioni.
La punta di Venté sospesa tra le acque del Nemunas e quelle della laguna è un posto interessante, probabilmente interessantissimo durante la fase della migrazione vista la struttura che è stata realizzata ma in giugno è soprattutto meta di turisti locali e il disturbo antropico riduce ovviamente la presenza di volatili.

lituania da indovinare

Immagine
e questo? chi è?
Sfida dalla Lituania. Io c'ho perso un paio di notti confrontandolo con i profili dello Swensson ma non ne sono venuto a capo.
Fotografato sulla penisola Kurlandese, ai piedi della duna di sabbia di Nida.

Lituania: gabbiani e sterne

Immagine
La Lituania è una nazione ricchissima d'acqua: se guardate la cartina scoprirete che, tralasciando la costa con l'immensa laguna Kurlandese, anche l'interno è costellato da macchie azzurre dalle forme più strane e di dimensioni più o meno estese. Alcuni laghi sono stagionali, legati al disgelo primaverile, altri sono permanenti, ma le distese d'acqua sono ovunque!
Sfruttando tutta quest'acqua una delle specie più facili da incontrare è quella del gabbiano comune.
Questo laride entra sin nelle parti più interne del paese senza problemi e si possono trovare un po' ovunque.
In giugno hanno l'abito riproduttivo con il cappuccio perfettamente completo e di un bel marrone scuro.

Lituania: corvidi

Immagine
Le cornacchie sono diffuse un po' in tutta la Lituania ma non sono le stesse ovunque. Inutile dire che la cornacchia grigia, come da noi, è diffusa e se vedete una macchia scura in cielo con un becco di grosse dimensioni e le remiganti distanziate potete sfruttare le leggi delle probabilità e identificarla come cornacchia grigia anche senza essere esperti.